Béatrice Muthelet

L’artista franco-tedesca Béatrice Muthelet trascorre la sua infanzia a Düsseldorf, dove inizia a suonare il violino all’età di sette anni con il professore georgiano Alexij Burduli. Nel 1987 la sua famiglia si trasferisce in Israele dove Béatrice combina la Thelma Yelin High School of Arts e lo studio del violino con Haim Taub. Riceve una borsa di studio dell’American Israel Cultural Foundation, partecipando alle masterclass di Isaac Stern, Shlomo Mintz e Itzhak Perlman, che influenzeranno molto la sua evoluzione musicale.
A diciannove anni si dedica alla viola e su invito di Pinchas Zukermann diventa l’unica allieva di viola della Manhattan School of Music. A ventidue anni entra alla Karajan Akademie e poi nell’Orchestra Filarmonica di Berlino; nel 1995 fonda il Breuninger Quartett con cui suonerà fino al 2000 prima di essere nominata viola solista della Mahler Chamber Orchestra.
È tra i membri fondatori dell’Orchestra del Festival di Lucerna creata da Claudio Abbado.
A Berlino incontra i membri del Quatuor Capuçon, invitato regolarmente nelle sale da concerto più prestigiose d’Europa.
Muthelet continua però a seguire la sua passione per la musica da camera anche al fianco di importanti artisti in tutto il mondo.
Nel 2013 fornisce il suo contributo come solista per una creazione della compagnia di Sasha Waltz.