Schubert – Improvviso op.142 N.1, Valses Nobles, Sonata D784 in la minore

Prima parte di una giornata che vede due protagonisti indiscussi: da un lato l’agguerrito talento di Daniele Fasani (pianoforte), dall’altro la musica di Franz Schubert. Il concerto che si terrà alle 11 presso il Tempio Valdese mostrerà due lati del compositore austriaco: da un lato l’artista che parla il linguaggio musicale dei salotti viennesi, rileggendolo con una sensibilità e un cesello unici; dall’altro l’autore di pagine di un lirismo quasi metafisico, che trascende il gusto Biedermeier e ci tocca, a distanza di due secoli, con immutata forza. In programma l’Improvviso op. 142 n. 1, i Valses nobles D.784 e la Sonata D.784 in la minore.

Ingresso a offerta libera.

Testo a cura di Leonardo De Marchi